La borraccia termica è un oggetto che negli ultimi anni è diventato molto richiesto ed ha rappresentato per molti una valida alternativa alle bottigliette in plastica. Si tratta di un oggetto molto utile per avere sempre con noi acqua o bevande alla temperatura che desideriamo, calda o fredda. La grande richiesta che si è sviluppata ha indotto le aziende produttrici a realizzare bottiglie termiche sempre più innovative, in materiali studiati appositamente per mantenere più a lungo possibile la temperatura del liquido contenuto, e anche con un design pratico. A differenza delle classiche bottiglie di plastica, quella riutilizzabile, è diventata anche un accessorio da abbinare ai propri outfit o comunque da scegliere in base al proprio gradimento, tant’è che si trovano in commercio moltissime fantasie e stili colorati, per accontentare tutti i gusti.

Oltre alla praticità e alla bellezza delle borracce termiche, un grande pregio è il fatto che proteggono l’ambiente. La tutela ambientale è un argomento molto discusso, ma quello che è certo è la cattiva influenza della plastica sul benessere del nostro pianeta, e l’utilizzo di una bottiglia riutilizzabile può diminuire vertiginosamente il consumo di bottiglie in plastica, che solamente in Europa sono circa 8 miliardi l’anno.

Se siete intenzionati ad acquistare la vostra prima borraccia termica, o a sostituire quella che avete perché non vi ha soddisfatti, in questo articolo cercheremo di consigliarvi quali sono i materiali migliori e più performanti, e anche a quali caratteristiche guardare prima di procedere con l’acquisto della migliore bottiglia termica per le vostre esigenze.

I migliori materiali per le borracce termiche

Il materiale è una parte importante da considerare prima di scegliere la migliore borraccia termica da acquistare, perché è ciò che manterrà la temperatura interna del liquido e assicurerà anche resistenza e durabilità della bottiglia, ma essendo costantemente a contatto con la bevanda che poi ingerirete, deve anche essere sicuro per la vostra salute.

In commercio esistono borracce in plastica, vetro, alluminio e acciaio, con funzioni piuttosto simili ma proprietà dei materiali diverse. Ovviamente poi molte sono rivestite in altri materiali, come bambù, legno o silicone, che le rendono pratiche e comode, nonché belle esteticamente.

Le borracce in plastica sono sicuramente le più leggere ed economiche presenti in commercio, ma spesso sono sconsigliate perché si dubita della qualità della plastica con cui sono prodotte. Infatti, nel caso di plastiche di bassa qualità, oltre a rischiare uno spiacevole mutamento nel sapore del liquido contenuto, ci potrebbero essere anche migrazioni di sostanze potenzialmente dannose per l’organismo dalla bottiglia alla bevanda contenuta. Chiaramente, per essere commercializzate, tutte le bottiglie termiche in plastica devono sottostare a delle regole e superare determinati test, quindi non dovreste incorrere in alcun problema. E’ comunque consigliabile informarsi sulla tipologia di plastica utilizzata nella produzione della borraccia, che di solito viene realizzata in tritan, polipropilene, polietilene o PET.

Il vetro sarebbe il materiale migliore per tenere le bevande anche molte ore, perché non contamina i liquidi né conferisce loro sgradevoli odori. Il problema del vetro è ovviamente la sua fragilità, che lo rende il materiale meno scelto per produrre borracce termiche, anche perché molto pesante e poco pratico.

E’ evidente che i migliori materiali in cui acquistare una borraccia riutilizzabile sono l’acciaio e l’alluminio, ma vediamo il motivo nelle prossime frasi.

Bottiglia termica in acciaio

La bottiglia in acciaio inox è considerata la miglior borraccia termica in commercio, perché la lega ferrosa con cui è costruita è il materiale più resistente e performante, infatti resiste anche alle bevande più acide che potrebbero corrodere altri materiali. Poiché inossidabile, l’acciaio non deve essere rivestito di altri materiali o vernici che potrebbero rovinarsi. L’acciaio inox non è però molto leggero, sicuramente meno della plastica e dell’alluminio, e quindi rischia di essere poco maneggevole e pratico, in quanto il peso della bottiglia in acciaio per acqua si andrà a sommare a quello del liquido contenuto. Comunque, si riesce tranquillamente a portarla in giro tutto il giorno, sicuri della resistenza di questo materiale e del fatto che manterrà le vostre bevande fresche o calde, come più preferite, per molte ore.

Bottiglia termica in alluminio

L’alluminio è un materiale molto leggero, e quindi la vostra bottiglia di alluminio per acqua sarà molto comoda da trasportare e tenere sempre in borsa. A differenza dell’acciaio però, non essendo inossidabile, l’alluminio va rivestito nella parte interna del contenitore, perché non può essere a contatto con la bevanda in quanto tossico. Solitamente l’interno della borraccia in alluminio termica è rivestito in ceramica, che se poco regolare può facilitare la formazione di muffe, e quindi è importante pulirla accuratamente e spesso. L’indubbia leggerezza e comodità di questo materiale però viene accompagnata dal fatto che spesso non è adatto a tutte le bevande, infatti è bene controllare sempre le indicazioni presenti nella confezione, dove a volte viene indicato che le bottiglie in alluminio non sono idonee a contenere bevande oleose o particolarmente acide.

Elementi funzionali: come scegliere la migliore bottiglia riutilizzabile

Come abbiamo visto, il materiale con cui è costruita rappresenta la parte più importante da scegliere per acquistare la miglior borraccia termica per le proprie necessità, ma ci sono anche altri aspetti da valutare.

La capacità è un fattore da tenere in considerazione in base all’uso che si vuole fare della bottiglia riutilizzabile, perché più si ha necessità di avere acqua o altre bevande per un tempo prolungato e più si dovrà scegliere una maggiore capienza.

Il tappo è fondamentale che sia ermetico, in modo da assicurare una chiusura sicura e nessuna fuoriuscita di liquidi, che sarebbe davvero spiacevole se si verificasse mentre si è fuori casa. Le borracce possono anche essere fornite di una cannuccia integrata, molto comoda e pratica ad esempio durante gli allenamenti fisici.

Una caratteristica da valutare prima dell’acquisto è anche la temperatura in grado di mantenere della bottiglia termica. Infatti, non tutte quelle in vendita sono adatte a mantenere bevande sia calde che fredde. Nonostante ogni venditore scriva sulla confezione le prestazioni di tenuta della temperatura del suo prodotto, che a volte arrivano anche a 24 o addirittura a 48 ore, la durata media della temperatura è di 12 ore, ma varia molto in base al materiale di cui è fatta la borraccia e anche in base alla temperatura esterna e al luogo di conservazione durante il giorno. E’ bene comunque tenere presente che i liquidi freddi si mantengono molto di più di quelli caldi, che spesso non mantengono la loro temperatura oltre la mezza giornata.

Infine, il design è la parte più estetica della borraccia, che sceglierete in base ai vostri gusti e all’utilizzo che ne farete, infatti, se dovrete tenerla spesso in mano sarà meglio acquistarne una ergonomica e pratica, stesso discorso nel caso vogliate utilizzarla durante delle escursioni in bicicletta, in cui sarà meglio trovarne una che si adatti al porta borracce presente nella bici. In commercio ne esistono ormai di moltissimi colori e fantasie, ma anche con rivestimenti in materiali particolari come silicone, morbido al tatto, o legno, o anche in acciaio specchiato molto in voga recentemente.