Le capacità dell’organismo di trasformare in energia la maggior parte del cibo variano chiaramente da individuo a individuo. La natura ha realizzato un meccanismo straordinariamente complesso, in grado di effettuare questa operazione. Non sempre però, tale meccanismo, per diversi motivi, risulta sufficientemente efficace. Eh sì, proprio così, il metabolismo, forse il più importante e sofisticato sistema di produzione energetica, è divenuto soprattutto nei frenetici giorni di oggi, un problema di non facile soluzione.

Vogliamo innanzitutto sfatare falsi miti, quindi non indicheremo pozioni magiche o pillole miracolose a base di questo o quell’altro ingrediente. Tuttavia è innegabile che alcuni prodotti naturali, associati ad una dieta non necessariamente rigorosa, ma sobria e coadiuvati da una leggera ma costante attività fisica, possono aiutare la funzione metabolica del nostro organismo, che è fondamentale per il benessere psico-fisico quotidiano.
Indicheremo qui di seguito alcuni di questi ingredienti, che potranno essere assunti direttamente, auspicabile come soluzione, oppure attraverso l’acquisto di validi prodotti farmaceutici e parafarmaceutici immessi ormai nel mercato da diversi anni.

1 ARANCIO AMARO

In testa alla classifica mettiamo l’arancio amaro o melangolo, dalla caratteristica buccia grinzosa, oltre che per questo aspetto si differenzia dal più noto cugino dolce per il sapore amarognolo della sua polpa.
Le sue qualità dimagranti sono ampiamente riconosciute, possiamo reperirlo tranquillamente in erboristeria sotto varie forme, scorze essiccate per infusioni, oli essenziali o anche pillole. Non sempre invece è facile trovare il frutto nelle tradizionali rivendite ortofrutticole, il consiglio è di acquistarlo on line, ci sono degli ottimi produttori nelle regioni del sud del nostro paese in grado di fornire in tempi brevi, un prodotto sano e come già detto dalle proprietà assolutamente non comuni.

2 THE VERDE

Questa straordinaria pianta di origini asiatiche vanta principalmente delle proprietà antiossidanti, già questo basterebbe a farne un elemento indispensabile della nostra dieta. Sotto forma di foglie essiccate o comunque anche in pillole, il the verde, assunto regolarmente e con scarsissime controindicazioni, è in grado di migliorare il nostro metabolismo. Attraverso la presenza di polifenoli infatti, riduce la formazione dei dannosi radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento, stimola la lipolisi, consentendo lo scioglimento dei grassi soprattutto dell’adipe e inibisce la formazione di coaguli.

3 VERDURE IN GENERE

“Assumere fibre aiuta”. Quante volte abbiamo sentito quest’affermazione? Bene, non ci stancheremo mai di ripeterlo, l’apporto scarsamente calorico e al contempo saziante di insalate, legumi, finocchi, ravanelli, sedano, può sicuramente aiutarci a limitare l’introduzione nel nostro organismo di cibi che creano dipendenza, ricchi di zuccheri e grassi. Inoltre l’elevato contenuto di acqua, ci consente per così dire di bere mangiando, venendo incontro in tal modo anche a coloro che sono refrattari alla bottiglia dell’acqua. L’assunzione regolare di verdure inoltre, aspetto da non sottovalutare, migliora il funzionamento del tratto gastrointestinale.

4 PEPE E PEPERONCINO

Piperina e capsaicina sono rispettivamente i principi contenuti da questi due preziosi alimenti. Quando l’apporto glicemico comincia a venir meno nel nostro organismo, soprattutto nell’esercizio di prestazioni sportive, ma comunque anche nelle normali azioni di vita quotidiana, il corpo ha bisogno di reperire energia da altre fonti. Fortunatamente tutti noi abbiamo delle scorte alle quali poter attingere. Stiamo parlando dei grassi, croce e delizia di molte persone. I grassi sono interessati in particolare da un processo detto termogenesi, che consiste nella regolazione del calore necessario al nostro corpo. Proprio la piperina e la capsaicina sono elementi in grado di stimolare questo processo, consentendo lo scioglimento degli acidi grassi, i quali possono così essere immessi nel sangue, producendo energia. Naturalmente non è sufficiente la sola assunzione di tali elementi per ottenere risultati dimagranti e di benessere fisico, ad essa andrà associata una dieta ipocalorica e ipoglucidica.

In conclusione possiamo serenamente affermare che, per la gestione della nostra dieta, soprattutto in casi di severa obesità o altro tipo di patologie riconosciute, è sempre necessario affidarsi a personale competente e qualificato. Coloro invece che ritengono di avere una situazione di non particolare criticità e che vogliono cercare di migliorare il loro metabolismo e di conseguenza il benessere psico-fisico, possono trarre qualche spunto dal presente articolo. Non dimenticando comunque che il primo e più efficace alleato del nostro corpo, è senza dubbio l’esercizio fisico. Ognuno per le proprie possibilità e compatibilmente con gli impegni lavorativi o scolastici che siano, dovrebbe dedicare del tempo a questa attività.